Jason Donnelly: un uomo dalle molte parole e dai contenitori di spazio

Jason Donnelly ha un modo con le parole (aspetta solo di leggere il suo profilo LinkedIn non ortodosso). Ma non sempre. Secondo il suo Sommario di LinkedIn, "Non è stato fino al 2001 che ha davvero abbracciato l'intera" cosa della scrittura "."

Questo perché ha raccolto il Fight Club nel 2001, che è diventato ufficialmente il primo libro che Jason abbia mai completato in una sola seduta. Dopo aver finito il classico di culto, Jason decise: "Voglio farlo. Voglio scrivere libri. ”E apparentemente anche le sue regole:

“Infine, se sei qui per Knitting Club, in realtà è accanto. Stiamo lavorando per ottenere una migliore segnaletica. Ci scusiamo per l'inconveniente ", ci ha detto, dopo che gli abbiamo chiesto quale fosse l'ultima regola del Fight Club .

Oggi Jason è autore e copywriter senior di VaynerMedia. Finora ha scritto tre libri (e attualmente sta lavorando al suo quarto):

Afferrato, una satira sui social media, Five Stitches, una folle storia della maturità e Chewing the Page, un libro di interviste all'autore.

Ma tutto ciò non è accaduto fino a quando non si è innamorato di una ragazza della sua città natale in Pennsylvania e si è trasferito con lei a New York City per seguire i loro sogni.

Alla fine la coppia lo ha chiamato, ma Jason dice che "trasferirsi a New York è stata la migliore decisione della mia vita". Il che, come voleva il destino, includeva individuare un annuncio MakeSpace in metropolitana.

"Dopo che la signora e io ci siamo lasciati, ho dovuto portare tutte le mie cose fuori dal nostro posto in fretta", ha detto Jason, che ora vive in un loft a Brooklyn. “MakeSpace sembrava il modo più semplice per farlo. Ed è stato! Tutti sono davvero gentili e super disponibili. ”

L'armadio infinito di Jason nella nuvola ospita 10 bidoni, uno dei quali conserva il suo amore per la letteratura, inclusi i libri di alcuni dei suoi autori preferiti (escluso se stesso):

Chad Kultgen, Max Barry, Craig Clevenger, Will Christopher Baer, ​​Raymond Carver, Amy Hempel, Vincent Louis Carrella, SG Browne, Gary Vaynerchuk, Edward J. Rathke, Edward Kearns, Tony O'Neil, Bret Easton Ellis e, naturalmente, l'autore del Fight Club, Chuck Palahniuk.

"Ho un po 'di tutto in MakeSpace", ha detto Jason. "Libri, vestiti, un pezzo d'Irlanda, coperte, scarpe, cappotti, articoli per ufficio, una pletora di cose che non ho il cuore da buttare via, l'anima di un autostoppista, Writer's Tears e alcune ciliegie ricoperte di cioccolato", ha scherzato. Che, per la cronaca, non consentiamo ai clienti di archiviare.

Di tutto ciò che Jason possiede, si rende conto che non ne ha davvero bisogno al 75%, "ma ... voglio tenerlo (per ogni evenienza, non lo so, forse sono un accaparratore di armadi)", ha ammesso. “Quindi, MakeSpace è perfetto. Economico, affidabile e tutte le cose che ho sono accessibili abbastanza rapidamente. ”

Questa è musica per le nostre orecchie, come Writer's Tears è per la lingua.

articoli Correlati

  • 8 semplici consigli per ridipingere la tua cucina

    Di Emmanuel Lao, 13 mar 2019
  • Ridipingere senza ridipingere: come trasformare il tuo spazio con poche semplici modifiche

    Di Erika Jordan, 07 nov 2018
  • Compagni di stanza rumorosi "> Di Kristen Baker, 30 ott 2018

  • Costruire qualcosa di più grande di te - e lasciarlo crescere

    Di Molli Carlson, 10 nov 2017

Lascia Il Tuo Commento

Please enter your comment!
Please enter your name here